Archivio mensile 22 Novembre 2021

DiFabrizio

Cessione del credito estesa dal 1° gennaio 2022 e fino al 31 dicembre 2024 per il bonus ristrutturazione

L'ecobonus e il bonus facciate

La versione in bozza diramata il 10 novembre 2021 contiene modifiche di rilievo, a partire dall’estensione della cessione del credito e dello sconto in fattura dal 2022 al 2024, anche per i lavori di ristrutturazione, per l’ecobonus, il bonus facciate e non solo. Una novità che si affianca però alla stretta anti-frode prevista dal decreto approvato nella stessa giornata, che tra le altre cose estende l’obbligo di visto di conformità anche in caso di cessione dei bonus casa.

Una proroga che si affianca a quella prevista per il superbonus del 110 per cento, fino al 2025.

In ambedue i casi, lo schema del Governo prevede che sarà possibile optare per la cessione del credito e lo sconto in fattura per tutto il periodo di vigenza dei bonus fiscali sulla casa: fino al 2024 per quelli “ordinari” e fino al 2025 per il superbonus.

La bozza del disegno di legge prevede nello specifico le seguenti misure:

Rinnovo pluriennale e fino al 2025 anche per il superbonus, seppur con specifici limiti e con un sistema di riduzione dell’aliquota dell’agevolazione riconosciuta. La nuova versione del DdL di Bilancio 2022 non elimina il limite ISEE di 25.000 euro previsto per gli edifici unifamiliari, ma la partita resta aperta.

Quel che appare evidente è che il cammino della Legge di Bilancio 2022 è appena cominciato e si preannunciano mesi ricchi di modifiche e novità, anche tenuto conto dell’avvio del confronto in Parlamento.

Apri la chat
Hai necessita di aiuto?
F.M. Technoservice S.r.l.
Ciao.
In cosa possiamo esserti utile?